OLTRE IL 27 GENNAIO: PER FARE MEMORIA

La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, "Giorno della Memoria", al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonchè coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.

(Legge 20 luglio 2000, n. 211)

"Dovunque è morto un italiano per riscattare la libertà e la dignità, andate lì, o giovani, col pensiero perchè lì è nata la nostra Costituzione"

(Piero Calamandrei, Discorso sulla Costituzione, 26 gennaio 1955)

INIZIATIVE 2021-2022

Temi: i valori della Resistenza al nazifascismo come fondamento delle Istituzioni della Repubblica; la memoria della Shoah e le leggi razziali; i principi costituzionali; la tutela dei diritti umani; la lotta alla mafia; la memoria come educazione alla legalità.

Attività: promozione e partecipazione alle iniziative presenti sul territorio in occasione delle giornate di commemorazione storica e civile; adesione a concorsi che stimolino all'indagine storica e alla riflessione; esperienze di testimonianza diretta; collaborazione con enti, associazioni, istituzioni pubbliche; viaggi "della memoria" (anche virtuali...se necessario); film, spettacoli teatrali, mostre.

Febbraio 2022

PROGETTO-MOSTRA ITINERANTE "RIBELLI AL CONFINO"

https://anppia.it/ribelli-al-confino

“Ribelli al Confino” è una mostra itinerante ideata e organizzata dall’ANPPIA nazionale, in collaborazione con il Centro di ricerca e documentazione sul confino politico e la detenzione - isole di Ventotene e Santo Stefano, con il contributo della Regione Lazio.
“Ribelli al confino”, è anche una graphic novel appositamente realizzata, corredata di un’appendice storica. Il soggetto della graphic novel, pubblicata da ANPPIA, è uno spinoff del romanzo, ambientato sull’isola di Ventotene all’epoca del confino, La Macchina del Vento, edito da Einaudi, scritto da Wu Ming 1; sviluppo del soggetto, sceneggiatura e disegni sono di Maurizio Ribichini.
Dal 14 al 18 febbraio 2022 il liceo Galileo Ferraris ospiterà la mostra itinerante: saranno dislocati nelle aree comuni della scuola sedici roll up dedicati alla storia del confino politico, durante il regime fascista e sulle diverse forme di opposizione che le vittime elaborarono al tempo.
Le classi 5^D, 5^E, 5^I e 5^L parteciperanno, inoltre, ad una lezione, in modalità a distanza, dedicata all’argomento.

10 FEBBRAIO 2022: GIORNO DEL RICORDO

In occasione del Giorno del Ricordo, istituito con la legge n. 92/2004 in memoria delle vittime delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata, nel 75º anniversario del Trattato di pace di Parigi, la Commissione Cittadinanza e Costituzione invita allievi e colleghi nella mattinata di giovedì 10 febbraio o nei giorni seguenti, a dedicare una riflessione su quella che è stata una tragedia nazionale a lungo dimenticata. In allegato alcuni spunti letterari e di documentazione storica.

Gennaio 2022

27 GENNAIO 2022: GIORNATA DELLA MEMORIA

In occasione del Giorno (o Giornata) della Memoria 2022, la Commissione Cittadinanza e Costituzione del Liceo Scientifico Statale “Galileo Ferraris” invita i colleghi di ogni disciplina a dedicare un momento di riflessione sul tema della Shoah all’interno delle loro classi nella mattinata di giovedì 27 gennaio p.v.

Il periodo non facile che stiamo vivendo, seppure con le difficoltà che presenta  nell’organizzazione del nostro lavoro quotidiano, non deve spegnere la memoria delle atrocità avvenute in un passato non ancora lontano. Il nostro compito di educatori è quello di trasmetterne il ricordo raccogliendo il testimone dalla generazione di quanti vissero in prima persona le atrocità della deportazione e dello sterminio, ora che molti di loro ci hanno lasciato.

Si segnalano alcune proposte che potranno affiancare quanto ciascuno vorrà scegliere di propria iniziativa: Comunicato Studenti e Famiglie n.099.

MOSTRA "LE SCATOLE DELLA MEMORIA" PRESSO IL POLO DEL NOVECENTO

Martedì 25 gennaio, ore 18.00 | Via del Carmine 14 – Sala ‘900
Inaugurazione della mostra  “Le scatole della Memoria”, opere di Anna Maria TulliA seguire la performance teatrale REm CORdi DARE del Piccolo Teatro d'Arte di Claudio Ottavi Fabbrianesi. La mostra sarà visitabile gratuitamente presso Palazzo San Daniele (via del Carmine 14) dal 26 gennaio al 27 febbraio con orario da lunedì a sabato: dalle 9.00 alle 21.00; domenica: dalle 9.00 alle 20.00.
A cura del Museo Diffuso della Resistenza in collaborazione con Associazione Acribia.

Per fare memoria non basta un giorno: ADESIONE AL CONCORSO "ADOTTA UN GIUSTO" 2021-2022

https://it.gariwo.net/educazione/bando-adotta-un-giusto-202021-22481.html

Gariwo, la foresta dei Giusti (membro dell’Associazione per il Giardino dei Giusti di Milano con UCEI-Unione Comunità Ebraiche Italiane e Comune di Milano), insieme al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca propone anche quest’anno il bando di concorso "Adotta un Giusto" con l’obiettivo di promuovere negli studenti, attraverso il lavoro sui Giusti dell’Umanità, una cittadinanza attiva intesa come presa di coscienza dei principi che guidano un comportamento solidale eticamente responsabile.

I ragazzi sono chiamati a produrre elaborati artistici e letterari (a partire dalla frase C’è un albero per ogni uomo che ha scelto il Bene, che sull’esempio di Yad Vashem ispira la creazione dei Giardini dei Giusti in Italia e nel mondo) scegliendo una delle seguenti tracce:

Traccia 1
Tra i Giusti del Giardino di Milano, tra i Giusti dell’ambiente o gli atleti Giusti nello sport, scegli una o più figure da approfondire e rifletti sul fatto che diffondere la memoria del bene è il modo migliore per contrastare la diffusione dell’odio, della violenza e del razzismo.

Traccia 2
E tu cosa avresti fatto? Prova a calarti nella vita dei Giusti e nel loro contesto storico, cercando di assumere il loro punto di vista, cogliendo le motivazioni che li hanno spinti ad agire pure in un contesto di rischio estremo e andando contro i valori dominanti. Pensi che questo possa essere una strada per imparare a cogliere i segni del male al loro sorgere e cercare di prevenirlo?

Traccia 3
Perché tanti salvati non hanno più cercato i loro salvatori? I Giusti non raccontano, le loro storie si scoprono quasi sempre dopo. Pensi che la gratitudine, responsabilità e il coraggio, siano parole essenziali della memoria del bene, che aprono la strada alla prevenzione dei mali estremi?

Classi coinvolte 2021-2022: 2C (prof.ssa Claudia Lucca); 3B (prof.sse Anna Bianco e Barbara Garofani); 3F (prof.ssa.Luisa Brunero); 3G (prof.ssa Rossana Lamberti); 3M (prof.sse Antonella Mantovani e Eliana Graciotti); 

Allegati
Comunicato_Giorno_del_Ricordo_2022.pdf